Visualizzazioni totali

Ascolta la nostra diretta

Il brigante sepolto a metà, Tiburzi di Pianiano

C'è un borgo piccolo piccolo, dove vivono solo 14 persone - 10 dentro e 4 fuori, come dicono loro - e c'è anche un cimitero minuscolo, se lo visiti ti rendi conto che è proprio antico come le sepolture che sono in terra.

Entri dall'unica porta del borgo, dove prima c'era un grande portone che veniva chiuso al calar del sole, a sinistra c'è la chiesa anche questa molto piccola e trovi solo una via che gira ad anello per riportarti davanti al portone d'ingresso.
Si, sembra di aver attraversato un giardino privato e non il borgo di Pianiano, vicino Cellere. Ovunque fiori, piante, rose profumate, spalliere verdi, anche una casa completamente rivestita di foglie di vite americana.

E' misterioso questo paese, pieno di storia che risale al tempo degli etruschi. Borgo pieno di vicende storiche, alcune belle altre tristi ma c'è una curiosità.

Questa è una terra che ha ospitato il brigantaggio, cioè quella forma di vita che ti portava a vivere in luoghi isolati e selvaggi dopo che avevi commesso qualche reato. 
I reati commessi a volte erano dettati dalla fame che attanagliava  se stessi e la propria famiglia, ma la legge proteggeva i ricchi e non i poveri, quindi molti diventavano briganti e qui ce n'erano diversi, ma uno in particolare è rimasto nella storia e nella memoria dei paesani, si chiamava Tiburzi.
Spesso Tiburzi ha frequentato questo borgo medievale, si dice fosse un uomo affascinante ed avesse molte amanti. Delle donne diceva: "gentilezza con le donne, che sono fiori gentili".


Ma dopo venticinque anni di latitanza, questo affascinante brigante venne ucciso a Capalbio durante uno scontro a fuoco con i carabinieri.
Il problema sorse con la sua sepoltura, perché il parroco di Capalbio non voleva seppellirlo in terra consacrata, ma la popolazione lo amava e faceva pressione.
Si risolse la questione seppellendolo sul cancello d'ingresso con la testa e il busto fuori e le gambe dentro.
Sepoltura a metà.
Metà in terra consacrata e l'alta metà, dove era la testa e quindi i pensieri ed i sentimenti, in terra di nessuno, senza croce e senza lapide.
Ingloriosa fine per un brigante che è rimasto nella leggenda.


Translate